mercoledì 23 settembre 2015

sfogo

Sono stufa.  Cerco di vedere il positivo   sempre,  mi convinco che tutto andrà a posto ma ultimamente ne dubito fortemente. Sono stanca di aspettare.  Purtroppo nella mia famiglia è bastato un "intoppo", una crisi per scombinare gli equilibri e nonostante la mia buona volontà non si riesce a recuperare. E giuro che ci sto provando ,,in tutti i modi . La mia era la famigliola del Mulino Bianco...bambini, vita in campagna  in una bella casa  grande  cane gatto nonni , vicini  simpatici ma...ora m'accorgo che non c'era il fuoco acceso.Non sto qui ad annoiare  scendendo nei particolari perchè ultimamente  mi dispiace usare queste pagine per sfogarmi...mia figlia di vent'anni mio figlio di ventiquattro e mio marito di cinquantuno sono degli egoisti. Ognuno di loro vuole "scappare" non so se da me , dalla situazione (si sta normalizzando) o da che cosa..i miei sforzi sono vani, vengo trattata malissimo, non considerata . Sinceramente adesso dico basta. Penserò solo a me e ai due piccoli. Io e mamma che è l'unica persona al mondo che non mi  lascia sola.

e credo di iniziare seriamente a pensare  di lasciarlo quest'uomo  ..che nemmeno ci mette la buona volontà per  migliorare . Anzi no, quando tutto fila tranquillo non c' è motivo di discussione allora  ma quando subentra qualche problema si defila, va in camera e chiude la porta. Anche Lisa lo fa . I piccoli lo fanno per altri motivi e da loro posso accettarlo.

Scusate  amici ma oggi  va così:)

8 commenti:

  1. Dai, vedrai cara Nicoletta che tutto si sistemerà,non mollare mai...
    Sii serena,ti mando un caro abbraccio e ti auguro una buona giornata.
    Ciao
    Luci@

    RispondiElimina
  2. Ragazza mia dolcissima, fatti forza. Leggendo il tuo post rivedo la mia vita. Marito assente, che quando ci sono problemi sparisce oppure li risolve in qualche modo facendomelo pesare da matti... figli che se potessero andarsene da casa oggi lo farebbero al volo... mi trattano male e il loro padre non muove un dito. A volte alzo la voce ma non serve a niente!!!
    Ho imparato ad essere egoista pure io, sai. E' l'unica strada per sopravvivere. Ci sono per le cose importanti, per le richieste lecite, ma non mi faccio più in quattro per risolvere i problemi che con le loro stesse mani si sono creati per pigrizia o irresponsabilità. Mio marito da molti giorni, da mesi direi, quasi lo ignoro. Tu ignori me, io ignoro te!
    Si soffre Niki, si soffre dentro in un modo atroce. Si sente nel petto un macigno che sembra indistruttibile e che solo un pianto dirotto e lunghissimo potrebbe sciogliere.
    Trova la tua strada, la tua vita, il tuo equilibrio. Fai qualcosa che ti piaccia e che ti porti fuori di casa: un corso di pittura, un gruppo di volontariato, teatro amatoriale... qualsiasi cosa.
    Per me è l'Accademia, che mi darà anche la possibilità di cambiare lavoro e magari di guadagnare di più, chi lo sa! A volte queste batoste sentimentali ci fanno cavare dal cuore e dall'anima il meglio. Cerca il tuo meglio. Non ti fermare sui particolari!
    Ti voglio bene
    Francesca

    RispondiElimina
  3. Hai fatto bene a sfogarti e scriverne, perché c'è sempre qualcuno che dal di fuori può darti un consiglio o condividere un'esperienza. 1. E' da tener presente che le PAROLE NON entrano nella mente dei nostri cari, bisogna far seguire alle parole sopratutto I FATTI. Bisogna a)dire, b) avvertire che non accetti più, c) mettere in pratica la tua minaccia! Altrimenti tutti pensano, parla parla, ma poi fa lo stesso lei, non occorre che mi preoccupo.
    2. Prenditi un pomeriggio per te stessa in cui fare quello che ti pare, SENZA render conto A NESSUNO, marito compreso, di ciò che fai e per cena si chiama/tira fuori dal freezer la pizza, se il padre non cucina. (Mio marito faceva la frittata gigante ed era una festa per i nostri bambini e per lui una massima soddisfazione vedere i suoi sforzi ricompensati dal loro appetito e contesa dei resti di frittata!)...

    MA in primis devi fare un consiglio di famiglia e parlar chiaro, la vita è pesante per tutti, ma tutti devono collaborare (anche i piccoli, con un compito minimo, deve esserci per farli sentire importanti, parte della famiglia e farli partecipare ) e se non collaborano tu FAI SOLO quello che serve a te (se sono i piccoli che recalcitrano, dai loro una mano, ma NON fare tu al posto loro...)... !!!!!
    L'ho constatato di persona. Con mia figlia, che ad un mio rimprovero mi ha mandato a cagare, adducendo i 18 anni, che faceva quel che voleva... ho visto nero.... le ho risposto "dato che hai 18 e fai quello che ti pare sei anche matura per lavare, stirare la tua roba, pulire la tua stanza, io non occupo più della tua roba, mangiare posso ancora fartelo perché faccio per me e quindi non faccio sforzo, ma per il resto ARRANGIATI! Da allora ho messo in pratica immediatamente la mia minaccia ed ho conquistato maggior rispetto da parte di mia figlia, che non si peritava nemmeno di chiedere aiuto.... chiaro che quando iniziò a lavorare 8 ore al giorno ed andare alle scuole serali per il diploma, ho ceduto un pochino, ma ti assicuro, che se ti imponi ti fai rispettare, altrimenti resti lo zerbino di tutti!!! CORAGGIO SORELLA, CORAGGIO!! Lancia in resta e via con il vento!!! un abbraccio forte forte... Renata.
    P.S. per il marito... spesso un marito insoddisfatto diventa un marito assente. ravviva la vostra vita di coppia... ma se non funziona con lo streep tees :) , mollalo.. :D

    RispondiElimina
  4. L'amore come forse lo avevi in mente tu, e magari tanta gente, non esiste! Lo sapevi già da sola ma probabilmente non volevi ammetterlo con te stessa. Ora la stanchezza e l'esasperazione ti fanno vedere le cose diversamente. La famiglia, così come il matrimonio, è la tomba dell'amore. Una serie di rapporti dove il più "dolce" soccombe e diventa schiavo degli altri. Funziona così in famiglia e nella vita. Impietosamente. Vige ovunque la legge del più forte. Tant'è che spesso i rapporti più belli sono proprio quelli con gli estranei perché senza alcun interesse.
    L'egoismo è la vera natura dell'individuo.
    Scusa la brutalità con cui esprimo i miei pensieri.
    Prenditi sempre più cura dì te, del tuo cuore e della tua mente. Tenta di recuperare un po'il tempo e le energie che ti hanno succhiato. A volte lasciare il proprio partner o mandare affanculo qualche volta in più qualche figliolo non è risolutivo. Tanto se eviti la schiavitù della famiglia c'è subito quella del lavoro, della salute, della dipendenza economica etc.
    La dolcezza e "l'amore" non pagano. Anzi, spesso, sono la propria personale condanna.
    Ora fa un bel respiro forte.
    Tu sei una donna preziosa. Hai il dono della semplicità e della purezza.
    Senza maschere e senza doppie facce. Sei esattamente quella che leggiamo.
    Nei momenti si è nei momenti no.
    E questa, secondo me, è una vera perla, una rarità.
    Sono davvero felice quando leggo che fai le passeggiate al laghetto e quando fai colazione con tua mamma.
    E quando mandi a quel paese la dieta per concederti qualche peccatuccio di gola.
    Pecca un po' di più!
    Ciao

    RispondiElimina
  5. Non ho consigli da darti. Quello che racconti capita ed è capitato anche a me. Poi arrivano eventi che ribaltano tutto e tutti. Tornadi ai quali devi far fronte e non sai dove aggrapparti. E tutto il resto passa in secondo piano. Ti abbraccio,in silenzio.

    RispondiElimina
  6. Che dire..siete degli amici .Non so come ringraziarvi ,davvero. Oggi ho preso una decisione : è un misto di tutto quello che mi avete consigliato . Non posso più andare avanti così, è molto pesante la situazione ..però sono contenta perchè ci siete sempre , Grazie grazie grazie:))))

    RispondiElimina
  7. fai bene a sfogarti, puoi mica tenere tutto dentro, poi stai peggio!!!!Secondo me ci vuole solo tempo, piano piano tutto andra' a posto!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sabrina, ne sono convinta anch'io :)) grazie ,

      Elimina