martedì 17 marzo 2015

Risvegli nel bel mezzo...

Eccomi qua, le quattro di mattina e sveglia. Ogni tanto mi capita di addormentarmi sul divano con la coperta sulle ginocchia sola soletta guardando  un film  e puntualmente dopo mezz'ora crollo e mi sveglio pimpante a quest'ora. Di norma più di 5 / 6 ore non dormo la notte  ma  quando succede il giorno dopo sto da schifo. Ho provato a leggere ma nulla da fare, non riesco a concentrarmi, fuori un vento insistente fa tremare le imposte. Potrei sistemare la cucina  visto che ieri sera  ho lasciato qualche piatto nel lavello ..hmnnn no, troppo rumore. Il guaio è che a quest'ora tutti i pensieri sono vividi ,lucidi  e ti vien da pensare . Ma non si dovrebbe!!!

Domani mattina:
* accompagnare la piccola dal medico per il certificato sportivo (prima  però una colazione zuccherosa alla nostra caffetteria)
* capatina alla botteghina di Lucio per l'affettato  e il pane fresco del mezzogiorno
*e poi al lavoro

Pensavo..
* che forse è il caso che lasci in pace  mamma e Leda con tutti i miei problemi,ultimamente sto esagerando .
* Devo alleggerire il clima in casa e   smetterla di tenere tutto e  sotto controllo . Non casca il mondo se Elia vuol mettersi per terzo giorno consecutivo la stessa felpa (preferita) e come quasi tutte le mattinesi alza in ritardo con la cartella da preparare ed io e sua sorella infastidite  belle e pronte  perchè è tardi e la campanella suona.

e adesso..
chiudo qui e provo a dormire, vediamo se questa tazza di latte con il miele della zia fa effetto,

3 commenti:

  1. Elia è come il mio Giovanni. Arriviamo spesso in ritardo perchè, mentre Marta ed io siamo belle pronte sulla porta con cappotto e cartella, lui si deve ancora mettere le scarpe, lavare i denti e preparare lo zaino. Non c'è verso di farglielo preparare la sera prima!!!
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  2. carissima, ho avuto lo stesso problema con i miei gemelli, a fasi alterne si trasformavano in ....quelli dell'ultimo minuto! Una rabbia che non ti dico, fino a che ho imparato - con grande fatica, devo dire - a non voler tenere il mondo in palmo di mano Diciamo che soffrivo di quella che il mio ex sposo definì giustamente " sindrome dell'ape regina"! E quando i sintomi compaiono....mi siedo e respiro, come dico io....
    un grande abbraccio Lela

    RispondiElimina
  3. sai che capita anche a me di svegliarmi nel cuore della notte e non riuscire più a prendere sonno, poi lo mattina sono uno straccio...purtroppo è lo stress che fa questi brutti scherzi, i mille pensieri per l'indomani e la premura per i nostri cari...

    RispondiElimina