martedì 24 marzo 2015

Figli..

Sono preoccupata. Il mio figliolo numero tre di quattordicianni , intelligente bello di mamma ..mi sta scappando. Niente di grave ma da quando siamo venuti ad abitare qui in centro  vuole uscire spesso, dimentica i compiti ,frequenta  amici nuovi che non conosco e che bivaccano per le strade. é in quella fase evolutiva dove  se sei "insicuro" ti aggreghi al gruppo che ti fa sentire "grande", che magari fuma impreca e non fa nulla di creativo . é iscritto ad un corso di teatro ,frequenta  la parrocchia ma purtroppo questa è aggregata ad un'altra e i Don non ci sono quasi mai. Vi è un parco giochi bellissimo con campo da calcio e  bar  con calcetto e biliardino.. Purtroppo  accoglie anche ragazzini che non hanno ne arte ne parte quindi non si può star scuri quando lui ti dice: mamma vado in parrocchia e sto li giù a giocare". Confesso ho paura. Sono sola, non ho un marito  che sta dietro ai figli ( in verità c'è ma ....lasciamo perdere) Le sto studiando tutte .  Oggi pomeriggio ho conosciuto Don Michele, era lì temporaneamente e ho tentato di parlargli, gli ho detto dei miei timori ma non mi ascoltava!! Che delusione.. Ha ammesso che effettivamente i problemi ci sono . Il mio ragazzo si è anche iscritto come aiuto animatore (speriamo) . Però lo vedo perso, non ha trovato la giusta via è confuso.

3 commenti:

  1. credo che la strada sia quella di cercare nuovamente il sacerdote e parlare con lui; anche se hai la sensazione che non ti ascolti insisti ed insisti ancora.
    E poi è importante conoscere anche questi suoi nuovi amici; sai, il problema è proprio l'età......adolescenza piena, ne sappiamo qualcosa, giusto? Per ultimo, mi sento di dirti - ci sono passata con i miei tre, ormai adulti (....per fortuna....) di essere " morbida ed accogliente" con lui, ma al tempo stesso pretendi il rispetto delle regole che gli dai, senza transigere.
    un grande abbraccio Lela

    RispondiElimina
  2. sono arrabbiata Lela, qualsiasi cosa si faccia è sempre sbagliata per loro. Hai ragione, ho intenzione di riparlare al Don perchè l'atteggiamento nei miei confronti non è stato di "apertura" ma del contrario . Un abbraccione

    RispondiElimina
  3. nch'io sono passata dalle vie tormentate di mamma sola (marito sempre assente) con 3 figli in crescita. I miei ora sono pienamente adulti e con loro, quando non si riusciva a parlare, scrivevo lettere che terminavano dichiarando il mio amore e la fiducia che riponevo nelle loro capacità di scelta. Ho invitato spesso i loro amici, prendendoli per la gola, e anche questo ha aiutato. A volte pare che i figli non ascoltino ma abbi fiducia nel tuo lavoro di mamma attenta e Anch'io sono passata dalle vie tormentate di mamma sola con 3 figli in crescita. I miei ora sono pienamente adulti e con loro, quando non riuscivo a parlare, ho scritto ed ogni foglio terminava con il mio amore per loro e la fiducia che riponevo nella loro capacità di scelta. A volte pare che i figli non ascoltino ma tu abbi fiducia nel tuo lavoro di mamma attenta .
    Ciao.

    RispondiElimina